Rifasamento

La potenza attiva rappresenta l’energia che, in un intervallo di tempo, viene effettivamente trasferita dal generatore all’utilizzatore e trasformata in qualche altra forma. Per la sua produzione è necessario ricorrere ad una fonte di energia primaria (ad esempio combustibili, salti idraulici, ecc.). Anche le tariffe dell’energia elettrica sono basate sulla misura del’energia attiva.

Read moreRifasamento

Circuito ohmico-induttivo

Ci proponiamo di calcolare le potenze che interessano il circuito di fig. 4.6 nel quale un generatore di tensione v = Vmax, sen(ωt) alimenta un circuito serie ohmico-induttivo.

Read moreCircuito ohmico-induttivo

Potenza in regime sinusoidale

Consideriamo il circuito di fig. 4.4, nel quale un resistere è alimentato da un generatore di tensione sinusoidale. Le espressioni della tensione e della corrente sono

Read morePotenza in regime sinusoidale

Potenza in regime variabile

Come già esposto nei primi articoli, la potenza è definita come prodotto tra la tensione e la corrente e in un bipolo può essere generata o assorbita; è generata quando la corrente esce dal morsetto positivo, assorbita nel caso opposto (fig. 4.1). Nel caso in cui sia la tensione che la corrente variano nel tempo, anche la potenza diventa funzione del tempo e può quindi essere rappresentata in un diagramma.

Read morePotenza in regime variabile

Circuito R-L in serie

Per descrivere la risposta in frequenza del circuito R-L-C in serie di fig. 3.5 si segue la stessa procedura adottata per i circuiti R-L ed R-C.

Read moreCircuito R-L in serie

Filtri

 

Il circuito di figura 3.1 esiste un valore di pulsazione che indichiamo con ωt, tale che

Read moreFiltri

Risposta in frequenza dei circuiti in C.A.

Fino a questo momento abbiamo considerato circuiti alimentati a frequenza costante. Nell’elettronica, nelle macchine elettriche e nei controlli si presentano casi molto importanti per i quali è necessario considerare il comportamento di un circuito al variare della frequenza.

Read moreRisposta in frequenza dei circuiti in C.A.

Circuito risonanza in parallelo

Il circuito di fig. 2.13 a) è costituito da un resistere, un induttore ed un condensatore collegati in parallelo ed alimentati da un generatore di tensione. Con questa disposizione risulta conveniente far uso dell’ammettenza anziché dell’impedenza; il diagramma delle correnti è rappresentato in fig. 2.13 b). La corrente risultante è data da

Read moreCircuito risonanza in parallelo

Circuiti R-L ed R-C in parallelo – Ammettenza

Se si collegano due elementi ideali in parallelo, come ad esempio il resistere e l’induttore di fig. 2.11 e si alimenta il circuito con un generatore di tensione, la corrente in ogni ramo risulta

Read moreCircuiti R-L ed R-C in parallelo – Ammettenza

Impedenza equivalente

Le impedenze, come tutti gli altri bipoli, possono essere collegate nei modi più svariati, a formare reti complesse.

Consideriamo i due casi, particolarmente ricorrenti, del collegamento di impedenze in serie ed in parallelo.

Read moreImpedenza equivalente